Cambiare alimentazione al cane: 5 regole per farlo nel modo giusto

Cambiare alimentazione al cane: 5 regole per farlo nel modo giusto

A volte, per varie ragioni, è necessario cambiare l’alimentazione del cane: che sia per allergie, per episodi di dissenteria oppure per una scelta del padrone, il cambio di dieta deve essere un passaggio graduale, non repentino.

Un cambiamento della dieta del cane, quando l'organismo è abituato ad assumere regolarmente la stessa tipologia di cibo, può causare diversi disturbi, come per esempio intolleranza alimentare o cattiva digestione.

Prima di scoprire come cambiare l'alimentazione del nostro fedele amico a quattro zampe, cioè se si desidera farlo passare, ad esempio, dal cibo secco (croccantini) a quello umido (paté) o viceversa, oppure se si preferisce seguire una dieta naturale e non industriale, bisogna fare attenzione ad alcuni importanti aspetti che riguardano Fido e il cibo.


L'alimentazione del cane

Bisogna sapere che, a differenza dell’uomo, il cane non ha bisogno di una dieta particolarmente varia: i cani potrebbero tranquillamente mangiare gli stessi alimenti per tutta la loro vita senza ripercussioni negative sulla loro salute.

Quindi, quand’è che si presenta la necessità di un cambio di mangime per un cane?


Perché cambiare alimentazione al cane?

Esistono molti motivi per cui può essere necessario modificare la dieta del proprio cane. Generalmente, le ragioni sono:

  • L’insorgenza di un problema di salute: i cani diabetici o in sovrappeso, per esempio, hanno bisogno di diete studiate ad hoc per le loro necessità.

  • Il passaggio a un alimento di più alta qualità, magari in concomitanza con l’adozione dal canile o con il passaggio da un proprietario ad un altro, oppure, semplicemente, per la disponibilità del padrone a nutrire il proprio cane in maniera migliore.

  • Il passaggio di età dell’animale: il cibo per i cuccioli è diverso dalla dieta di un cane adulto e quest’ultima è diversa dall’alimentazione per un cane anziano.

  • Semplicemente perché vogliamo variare la dieta o i sapori a cui si è abituato.


Come si cambia l'alimentazione al cane?

Come abbiamo accennato prima, il cambio di alimentazione del cane deve avvenire in maniera graduale, ma non temete: secondo i consigli dei veterinari, per abituare un cane alla nuova alimentazione bastano all’incirca solo 10 giorni, durante i quali si unisce il nuovo cibo a quello consumato abitualmente in percentuali sempre maggiori, fino a sostituire completamente la vecchia dieta con quella nuova.

I veterinari propongono spesso queste indicazioni, applicabili in tre fasi (costituite ognuna da 3 o 4 giorni):

  1. 25% di nuovo mangime e 75% vecchio;

  2. 50% di cibo nuovo e 50% di quello precedente;

  3. 75% di cibo nuovo e 25% di quello vecchio.

Se il cane tollera bene questo cambiamento, il gioco è fatto: ora potete riempire la sua ciotola al 100% con la nuova alimentazione!


Cosa succede se cambio alimento troppo rapidamente?

I veterinari non raccomandano questo percorso di adattamento casualmente. Ci sono cani che reggono un cambio di alimentazione senza problemi, ma la maggior parte, se la loro dieta viene modificata bruscamente, mostra sintomi diintolleranza, come ad esempio:

  • Flatulenza
  • Bisogno frequente di andare di corpo (problemi intestinali)
  • Diarrea
  • Vomito
  • Prurito
  • Inappetenza

Se il vostro cane mostra anche solo uno di questi sintomi, riducete la quantità di nuovo alimento e mantenetela stabile per alcuni giorni, finché il vostro amico non si sarà completamente ristabilito. Ricordate che il veterinario è sempre felice di consigliarvi, se vi trovate in difficoltà.


5 consigli per cambiare l’alimentazione del cane in modo corretto: 

  1. Consultare sempre il veterinario prima di qualsiasi decisione.

  2. Imparare bene quali sono gli alimenti nocivi per i cani e quelli invece che sono sicuri per la loro salute.

  3. Approfondire il regime alimentare scelto e capire il funzionamento delle sue varie fasi.

  4. Informarsi sull’eventuale necessità di probiotici da somministrare prima, durante o dopo il passaggio alla nuova alimentazione.

  5. Portare pazienza: il cambio di dieta per un cane è un percorso da affrontare con calma, prestando attenzione a tutti i segnali che il nostro amico a quattro zampe ci dà.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

La soluzione per la dieta casalinga del tuo cane: nascono le ricette di Cibo Appropriato!

La soluzione per la dieta casalinga del tuo cane: nascono le ricette di Cibo Appropriato!

LEGGI DI PIÙ

I gatti possono mangiare la frutta?

I gatti possono mangiare la frutta?

LEGGI DI PIÙ